1 gennaio 2019 Maria SS Madre di Dio

Fertili

Ieri nel Te Deum mi sono soffermato sulla prima lettura. Oggi invece voglio iniziare l’anno con la figura di Maria.. Oggi festeggiamo Maria santissima Madre di Dio. E sapete che all’inizio della Chiesa c’è stato anche un dibattito: si può dire che Maria è Madre di Dio? Qualcuno diceva: si può dire che è madre di Gesù, nella sua natura umana, ma dire che Maria è madre di Dio che signififca? I Padri hanno deciso di sì, Theotokos, (Θεοτόκος); la Madre di Dio. E se Maria è Madre du Dio e prima discepola del Signore, significa che ogni cristiano può diventare anche familiare di Dio.

Ricordiamoci un evento, in cui Gesù sta parlando e arrivano alcuni che gli dicono: Tua madre e i tuoi fratelli ti sono venuti a prendere”. Lui guarda l’assemblea attorno e dice: “Chi sono mia madre e i miei fratelli? Ecco, chi ascolta la mia parola e la mette in pratica, questi sono padri, madri, fratelli”.

Quello che festeggiamo oggi è la fertilità di una Vergine! Sembra contraddittorio: una vergine fertile! Tante volte le nostre assemblee sono fatte di persone che non sono vergini e che non sono neanche fertili, spiritualmente parlando. Tante volte ci siamo dimenticati che noi siamo cristiani e siamo chiamati a essere fertili! Deve abitare in noi la vita di Dio. Ma se andiamo a chiedere fuori delle nostre mura se i cristiani sono ferali, tanti diranno di no. Tanti non vedono la differenza tra le nostre assemblee e quello che succede fuori. E purtroppo hanno anche ragione.

All’inizio della Chiesa i cristiani evangelizzavano non tanto con parole, ma perché si vedeva che erano uniti. E’ l’amore che c’era tra i cristiani che evangelizzava gli altri! E’ il modo in cui vivevano i cristiani che evangelizzava il mondo. Erano cristiani fertili, non tanto materialmente, quanto spiritualmente.

E oggi,  Maria, in questo primo giorno dell’anno, ci viene data  come esempio proprio per seguirla. Lei custodisce nel suo cuore tutto quello che sta succedendo: “Maria da parte sua custodiva tutte queste cose meditandole nel suo cuore”.

Cosa vede Maria? Un bambino adagiato in una mangiatoia. Non vi siete mai chiesti perché Gesù viene messo in una mangiatoia? Perché diventa cibo per noi. Dio si dona totalmente e diventa cibo per noi. E quando noi andiamo ad adorare il Signore, non andiamo ad adorarlo perché Dio vuole da noi l’adorazione: non ha bisogno di essere adorato da noi. Ma vuole essere incontrato nell’adorazione, perché possiamo vedere  che diventa pane per noi, donato per noi;  e il suo invito a donaci totalmente a lui. Noi saremo fertili se ci diamo, non se teniamo le cose per noi.

Maria è vergine ed è fertile. Chiediamoci quanto sappiamo donarci in questo primo giorno. Perché l’invito di cambiare che il Signore ci dà, questa conversione continua cui siano richiamati, non si potrà mai fare se non ci lasciamo adottare  da lui. Solo così le nostre azioni, le nostre parole, il nostro modi di vivere sarà fertile, fertilizzato da lui, non certo da noi. Amen

1 gennaio 2019  Maria SS Madre di Dio
Omelia di Don Stefano Cascio
Trascrizione di Maddalena Kemeny