Lettera del Cardinale Vicario Angelo De Donatis

Lettera del Cardinale Vicario Angelo De Donatis

Lettera in formato pdf

Roma 13 marzo 2020

Siamo tribolati, ma non schiacciati,·
siamo sconvolti, ma non disperati (2 Cor 4,8).

Con una decisione senza precedenti, consultato il nostro Vescovo Papa Francesco, abbiamo pubblicato ieri, 12 marzo, il decreto che fissa la chiusura per tre settimane delle nostre chiese.
Non ci ha spinto una paura irrazionale o, peggio, un pragmatismo privo di speranza evangelica, ma l’obbedienza alla volontà di Dio. Questa volontà si è manifestata attraverso la realtà del momento storico che stiamo vivendo. È l’obbedienza alla vita che è forse il modo più esigente con cui il Signore ci chiede di obbedirgli.
Il contagio da coronavirus si sta diffondendo in maniera esponenziale. In pochissimi giorni il numero degli infetti raddoppia e di questo passo non è difficile prevedere che in due mesi raggiunga l’ordine di decine di migliaia di persone solo in Italia. È evidente il rischio di collasso delle strutture sanitarie, già ventilato da molti, soprattutto per la sproporzione tra le risorse di terapia intensiva disponibili e il crescente numero di malati. Potrebbe perdere la vita un numero elevato di persone, soprattutto anziani e soggetti vulnerabili. Possiamo arginare questa tragica eventualità solo applicando misure per frenare il contagio e permettendo al Servizio Sanitario Nazionale di riorganizzarsi. Gli italiani crescono nella consapevolezza che dietro all’invito di non uscire di casa c’è un’esigenza improcrastinabile di curare il bene comune. È questa la realtà che stiamo vivendo in questi giorni.
Cosa ci chiede il Signore? Qual è la sua volontà, quella a cui siamo tenuti ad obbedire? Fare del nostro meglio e dare il nostro contributo per la salute di ognuno. Stringersi gli uni agli altri non fisicamente, ma con la solidarietà reciproca, perché gli anziani e i malati, che in questo momento sono i “piccoli” che Gesù mette al centro, possano percepire che c’è una società intera, Chiesa compresa, che non si rassegna alla loro morte. Di fronte a questo l’esigenza spirituale del popolo di Dio di radunarsi per celebrare l’Eucarestia diventa per noi cristiani oggetto di una rinuncia dolorosa. Rimane l’esigenza spirituale della cura per i nostri fratelli. Purtroppo, recarsi in chiesa non è differente dall’andare in altri luoghi: è a rischio di contagio.

Sappiamo bene che questo ci turba ma non ci sconvolge. Il tempio è la Chiesa, Corpo del Cristo risorto e lo Spirito di Dio è presente “dove due o tre sono riuniti nel Suo nome”. “Adorare il Padre in spirito e verità”, offrirgli il sacrificio della nostra vita, è il nostro culto spirituale, indipendentemente dal luogo in cui preghiamo. In questi pochi giorni è stato edificante constatare come i cristiani di Roma sappiano inventare mille modi per rimanere in contatto, sostenersi reciprocamente, annunciare la Parola di Dio, celebrare l’Eucarestia a distanza … La Chiesa è un corpo vivo.
Un ulteriore confronto con Papa Francesco, questa mattina, ci ha spinto però a prendere m considerazione un’altra esigenza: la chiusura di tutte le nostre chiese può suscitare disorientamento e confusione. Il rischio per le persone è di sentirsi ancora di più isolate. Di qui il nuovo decreto che vi viene inviato con questa lettera e che contiene l’indicazione di lasciare aperte le sole chiese parrocchiali e quelle che sono sedi di missioni con cura d’anime ed equiparate.
Cari sacerdoti, ci affidiamo al vostro saggio discernimento. Siate vicinissimi al popolo di Dio, fate sentire ciascuno amato e accompagnato, aiutate tutti a percepire che la Chiesa non chiude le porte a nessuno, ma che si preoccupa che nessun “piccolo” rischi la vita o venga dimenticato. Portate pure, con tutte le precauzioni necessarie, il conforto dei sacramenti agli ammalati, assicurate l’aiuto per le necessità ai poveri e a chi non ha nessuno su cui contare, evitate tutte quelle situazioni di contatto tra le persone che possano creare pericolo per la salute.
La preghiera in famiglia, tradizione dei nostri genitori e dei nostri nonm, venga recuperata e incrementata, attraverso anche i sussidi dell’ufficio liturgico e le iniziative sui social (#iopregoacasa#).
Affidiamoci ancora una volta all’intercessione della Madonna del Divino Amore. Preghiamo per il nostro Vescovo, Papa Francesco, nell’anniversario della sua elezione. Chiediamo per lui, come sette anni fa quando si affacciò dal balcone, la benedizione di Dio.

Con affetto e gratitudine

Angelo Card. De Donatis
Vicario Generale di Sua Santità
per la Diocesi di Roma

Lettera in formato pdf

Oratorio Quotidiano!


Oratorio Quotidiano!

L’oratorio non è solo la domenica!!
Tutte le settimane l’oratorio è aperto il giovedì e il venerdì. Dalle 17 alle 18.30.
I catechisti vi aspettano per giocare, fare merenda tutti insieme e ovviamente per aiutarvi con i compiti!

Sposi con Gesù – Calendario incontri


Partendo  dal cammino SPOSI CON GESU’ intrapreso   nel   2018/2019  con il primo ciclo di  incontri  dal titolo “FAMIGLIA SORGENTE DI COMUNIONE”, proponiamo quest’anno il secondo ciclo dal titolo “ABITARE LA CASA CON GESU’ “, il cui tema riguarda la liturgia che gli Sposi possono vivere nella loro casa, in forza della presenza di Gesù nel sacramento delle nozze. 
Anche quest’anno gli incontri avranno cadenza mensile (Venerdì h. 19.30 ca.) e si terranno in parrocchia a partire dal mese di

Ottobre fino al mese di maggio 2020 secondo il calendario di seguito riportato:

Calendario incontri

• In famiglia si celebra una liturgia – 18 ottobre 2019
• La porta d’ingresso: liturgia dell’accoglienza – 22 novembre 2019
• Il salotto: Liturgia dello stare, dell’ascoltare, dell’incontrare – 13 dicembre 2019
• La cucina: Liturgia della condivisione – 24 gennaio 2020
• Il bagno: Liturgia della purificazione – 28 febbraio 2020
• La camera dei figli: Liturgia della fecondità – 27 marzo 2020
• La camera nuziale: Liturgia dell’intimità – 24 aprile 2020
• La finestra: Liturgia dello sguardo e del cuore sul mondo – 22 maggio 2020

Sarà disp on ibile un servizio di baby-sitting per coloro che ne avessero necessità, previo preavviso.
Per informazioni ed adesioni (entro e non oltre il 13/ 10/ 2019) potete contattare
Angelo 3487500196 o Giuseppina 3381074170

Tutte le informazioni alla pagina del sito: /wordpress/pastorale-familiare-2/gruppo-famiglie-2-2/

Date per i Battesimi 2019-2020

Date previste per incontri e Battesimi

  • Domenica 29 settembre ore 10.00 (Incon. comun. 26/09 ore 18.30)
  • Domenica 20 Ottobre ore 10.00 (incontro comun. 17/10 ore . 18.30)
  • Domenica 17 Novembre ore 10.00 (incontro comun. 14/11 ore 18.30)
  • Domenica 15 Dicembre ore 10.00 (incontro comun. 12/12 ore 18.30)
  • Domenica 12 Gennaio ore 10.00 (Battesimo di Gesù) (Incon. com. 9/01 ore 18.30)
  • Domenica 23 Febbraio ore 10.00 (Ultima Prima della Quaresima) Incon. Comun. 20/02 ore 18.30)
  • Sabato 11 Aprile ore 22.00 (Notte di Pasqua)( Incontro comun. 02 /04 ore 18.30)
  • Domenica 12 Aprile ore 10.00 (Pasqua)
  • Domenica 31 maggio ore 10.00 (Pentecoste) (Incontro Comunitario 28/05 ore 18.30)
  • Domenica 21 giugno ore 10.00 (Incontro Comununitario 18/06 ore 18.30)
  • Domenica 12 Luglio ore 10.00 (Incontro Comunitario 9/07 ore 18.30)

Iscrizioni prima Comunione e Cresima

E’ possibile iscriversi al catechismo per la prima Comunione e alla Cresima da:

  • Domenica 15 settembre 2019 – dopo la Messa delle ore 10,00
  • Lunedì 16 settembre 2019  in segreteria – ore 16,30 / 18,30
  • Mercoledì 18 settembre 2019 in segreteria – ore 16,30 / 18,30
  • Venerdì 20 settembre 2019 in segreteria – ore 16,30 / 18,30

 

La frequenza al catechismo sarà suddivisa nei giorni:

  • Lunedi 18.30- 19.30 primo anno cresima
  • Martedi 17.00-18.30 primo e secondo anno comunione
  • Mercoledi 17.00-18.30 primo e secondo anno comunione  – 18.30 -19.30 secondo e terzo anno cresima

Incontro di Accoglienza per i genitori nei vari gruppi il primo giorno alle ore 17,00

Primo incontro dei genitori il 13 ottobre dopo la messa delle ore 10,00

Maria che scioglie i nodi. Percorso di approfondimento

Maria che scioglie i nodi.
Percorso di approfondimento sui nodi della vita affettiva e familiare

Ogni Primo e Terzo Sabato del mese:

  • ore 17,30 Santo Rosario
  • ore 18 Santa Messa.

A seguire Adorazione Eucaristica, catechesi su un nodo,al termine preghiera di guarigione.

Ogni Secondo e quarto sabato del mese:

  • Ore 17,30 Santo Rosario
  • ore 18,00 Santa Messa

A seguire Adorazione Eucaristica guidata con preghiere di guarigione.